Progetti e incarichi

La nostra vasta esperienza sul campo parla da sola

Europa

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

YES! Young Entrepreneurs Succeed

Stato: in corso
Staff coinvolto: 6
Valore: grande

Origine del finanziamento
EEA and Norway Grants Fund for Youth Employment
Paesi
Su diversi Paesi
Regione
Europa
Data di approvazione
Ottobre 2018
Data di chiusura
Settembre 2021
Maggiori informazioni

Obiettivi

L’obiettivo del programma è quello di permettere ai giovani disoccupati di accedere al mercato del lavoro e promuovere l’imprenditorialità.

Nonostante i notevoli investimenti, i giovani in molte regioni devono affrontare sfide sistemiche per avviare, crescere e sostenere un’impresa. Ciò è intensificato dalla mancanza di prove documentate su quale tipo di sostegno all’imprenditorialità sia più efficace in diversi contesti e dalla scarsità di modelli collaudati e scalabili.

Il progetto mira a pilotare il Trust based Partnership Model, basato su una specifica esperienza locale fatta da uno dei partner del progetto, e a fornire servizi diretti ai giovani meno serviti, che beneficeranno di servizi finanziari e non finanziari dedicati e altamente specializzati per lo sviluppo delle imprese, risultanti da ricerche basate su prove di efficacia, in Grecia, Italia, Spagna e Polonia: YES! fornirà ai giovani NEET di questi 4 paesi vari servizi per avviare e far crescere il business o per trovare un lavoro, come la formazione, il coaching, il mentoring e l’accesso ai finanziamenti.

Servizi

Microfinanza Srl supporta un totale di 400 NEET (giovani non impegnati nello studio, né nel lavoro né nella formazione) che si trovano in Italia, per aiutarli avviare e far crescere la propria attività o per trovare un lavoro.

In particolare, fornisce formazione, coaching, mentoring e accesso ai servizi finanziari. Microfinanza collabora inoltre con i suoi partner nella fase di ricerca, per raccogliere prove sui bisogni dei gruppi target e sulle lacune esistenti nei servizi forniti, sostenere la gestione generale dell’implementazione del programma, il networking e le attività di reporting.

Contando su un’esperienza ventennale nel contesto nazionale, Microfinanza può sfruttare le strette relazioni con un’ampia gamma di partner su tutto il territorio nazionale, in particolare con i partner che operano nel Sud Italia e che solitamente forniscono servizi alle NEET e alle categorie vulnerabili. La sede distaccata di Microfinanza si trova a Siracusa (Sicilia), la Regione con una delle più alte percentuali di NEET in Italia.

L’organizzazione è orientata alla ricerca per combattere le barriere finanziarie delle persone e delle comunità vulnerabili, fortemente focalizzata sui giovani, e può contare su un team giovane e dinamico che sviluppa nuove idee e approcci e sfugge a quelli vecchi, perseguendo progetti innovativi.

Partners:

Altre informazioni

Sito ufficiale

Il progetto beneficia di una sovvenzione di 2,3 milioni di euro da Islanda, Liechtenstein e Norvegia attraverso the EEA and Norway Grants Fund for Youth Employment.
The EEA and Norway Grants Fund For Youth Employment

Erasmus for Young Entrepreneurs

Stato: in corso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
Commissione Europea – DG GROWTH
Paesi
Su diversi Paesi
Regione
Europa e regioni ultraperiferiche dell’UE
Ciclo 10: 2018-2020

Ciclo 12: 2020-2023

Maggiori informazioni

Obiettivi

Il programma aiuta a fornire agli aspiranti imprenditori europei le competenze necessarie per avviare e/o gestire con successo una piccola impresa in Europa. I nuovi imprenditori raccolgono e scambiano conoscenze e idee commerciali con un imprenditore esperto, con il quale rimangono e collaborano per un periodo da 1 a 6 mesi. Il soggiorno è in parte finanziato dalla Commissione Europea. L’obiettivo è quello di sostenere lo sviluppo di nuove PMI, aumentando la cooperazione tra imprenditori europei, attraverso lo scambio di esperienze e informazioni e stimolando la creazione di reti tra la comunità imprenditoriale europea. Gli obiettivi specifici dei progetti sono: (i) fornire formazione sul posto di lavoro ai nuovi imprenditori di PMI per avviare nuove imprese, o promuovere l’innovazione con le imprese esistenti, con particolare attenzione ai giovani imprenditori, garantendo la sostenibilità futura; (ii) migliorare l’accesso al mercato e l’identificazione di potenziali partner per i beneficiari finali.

Servizi

Microfinanza Srl, in qualità di Lead Intermediary Organisation, coordina l’implementazione del programma, il networking e le attività di reporting. Inoltre, l’azienda promuove il programma e recluta nuovi imprenditori e imprenditori ospitanti: fornendo formazione sul posto di lavoro, favorendo lo scambio di esperienze, stimolando la cooperazione e il networking tra la comunità imprenditoriale europea, sostenendo i nuovi imprenditori attraverso il tutoraggio e la formazione di imprenditori senior per l’avvio e lo sviluppo di nuove imprese, promuovendo l’innovazione nelle imprese già in attività portando nuove idee da parte di giovani imprenditori, migliorando l’accesso al mercato e l’identificazione di potenziali partner per le imprese nuove e consolidate, e fornendo consulenza strategica e mentoring per sostenere la crescita delle nuove imprese e per garantire la loro futura sostenibilità.

Membri del Consorzio:

Ciclo 10

Ciclo 12

Altre informazioni

Sito ufficiale

Un’iniziativa dell’Unione Europea

Villa SALUS

Stato: in corso
Staff coinvolto: 3
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
Commissione Europea – Urban Innovative Actions Initiative
Paesi
Italia
Regione
Europa
Data di approvazione
Gennaio 2017
Data di chiusura
Settembre 2020
Maggiori informazioni
Villa SALUS come un nuovo spazio sociale per il benessere interculturale, il Welfare e l’Accoglienza nella città metropolitana di Bologna

Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è la trasformazione di Villa Salus, un ex ospedale per anziani abbandonato, in un innovativo core-space per il Benessere, il Welfare e l’Accoglienza-S.A.L.U.S. ‘W’ Space – che opera per l’inclusione sociale, culturale ed economica dei migranti/rifugiati e come struttura di servizi a più livelli per l’intera area metropolitana di Bologna.

L’intervento mira inoltre a riconoscere e valorizzare le competenze individuali dei migranti e dei rifugiati che vivono nell’area del Comune di Bologna, sostenendo l’avvio di microimprese e il collocamento lavorativo.

Servizi

La componente guidata da Microfinanza mira a favorire l’inclusione sociale ed economica dei beneficiari attraverso l’offerta congiunta di programmi di formazione imprenditoriale, educazione finanziaria, tutoraggio aziendale e accesso al microcredito. I servizi forniti includono la selezione di tutoraggio imprenditoriale per potenziali ed esistenti imprenditori per l’avvio e lo sviluppo di microimprese tra i gruppi svantaggiati (migranti/rifugiati, disoccupati, giovani, donne). I risultati del progetto includono l’offerta di formazione e tutoraggio a 25 rifugiati e migranti preselezionati e il sostegno finanziario per almeno 3 progetti imprenditoriali selezionati.

ENISIE – Enabling Network-based Innovation through Services and Institutional Engagement. Valutazione dello stato dell’arte dell’innovazione sociale e dei servizi sociali in Sicilia e a Malta.

Stato: in corso
Staff coinvolto: 3
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
Interreg
Paesi
Italia – Malta
Regione
Europa
Data di approvazione
Ottobre 2018
Data di chiusura
Dicebre 2019

Measuring Microfinance Impact in the EU. Raccomandazioni politiche per l’inclusione finanziaria e sociale (MeMI)

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
EIB-Universities Research Sponsorship (EIBURS)
Paesi
Su diversi Paesi
Regione
Europa
Data di approvazione
Ottobre 2016
Data di chiusura
Ottobre 2019
Maggiori informazioni

Obiettivi

Il progetto mira a capire il grado di inclusione finanziaria e sociale nell’Unione Europea (UE) e a valutare l’impatto della microfinanza sull’inclusione finanziaria e sociale a livello micro e macro.

Il progetto mira a raggiungere l’obiettivo di stabilire anche se la promozione di programmi di microfinanza, che forniscono inclusione finanziaria e sociale, debba essere preferita rispetto al finanziamento di programmi di welfare. Questo obiettivo sarà raggiunto basandosi, per l’analisi microeconomica, su una misura quantitativa del Social Return On Investment (SROI), che è in grado di quantificare le esternalità che derivano dalla promozione della microfinanza e del welfare, in una regione e attraverso una particolare implementazione, oltre ai più tradizionali guadagni finanziari ed economici.

Servizi

(i) Valutazione dell’esclusione finanziaria e sociale nell’UE attraverso la creazione di un protocollo per la definizione e la misurazione dell’inclusione finanziaria e sociale e dello sviluppo dei mercati della microfinanza, costruendo una mappa dell’inclusione finanziaria e sociale; (ii) Valutazione dei canali di influenza dell’inclusione finanziaria sull’inclusione sociale, e viceversa in alcuni Stati membri dell’UE selezionati, ottenuti attraverso programmi di microfinanza o di welfare; (iii) Quantificazione e misurazione dell’impatto della microfinanza sull’inclusione finanziaria e sociale; (iv) Analisi di sensibilità: stime convalidate della SROI calcolata, definizione di una serie di raccomandazioni di policy fattibili e “assorbibili” per massimizzare l’impatto dei risultati del MeMI, nonché l’efficienza e l’efficacia degli strumenti/programmi di microfinanza e di welfare.

Membri del consorzio:

  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Centro Studi di Politica Economica e Monetaria (CeSPEM), Mario Arcelli”
  • Dipartimento di Economia, Università degli Studi di Parma
  • Dipartimento di Economia, Università di Genova
  • European Microfinance Network (EMN)
  • Rete Italiana di Microfinanza (RITMI)

Altre informazioni

Sito ufficiale

America Latina e Caraibi (LAC)

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

Rafforzamento delle capacità degli attori in materia di educazione finanziaria nel quadro del progetto “Assistenza ai bambini vulnerabili individuati nei quattro punti di confine e nei punti non ufficiali più utilizzati”

Stato: in corso
Staff coinvolto: 2
Valore: medio

Origine del finanziamento
UNICEF
Paesi
Haiti
Regione
Caraibi
Data di approvazione
Gennaio 2020
Data di chiusura
Giugno 2020

Microfinanza agricola e ambiente ad Haiti

Stato: fase 1 chiusa, fase 2 chiusa
Staff coinvolto: 3
Valore: grande

Origine del finanziamento
Direction du Développement et de la Coopération de la Confédération Suisse
Paesi
Haiti
Regione
Caraibi
Data di approvazione
Giugno 2016
Data di chiusura
Marzo 2019
Maggiori informazioni

Obiettivi

L’attenzione è rivolta alla prevenzione e alla riduzione dei rischi climatici e ambientali, al fine di proteggere la produzione agricola in termini di qualità e produttività dei piccoli produttori rurali. Dopo la fase pilota (2016-2017), il progetto nella seconda fase aveva come obiettivo di ridurre la vulnerabilità del settore agricolo in relazione ai rischi climatici e ambientali, nonché di aumentare le prestazioni e l’efficienza complessiva della produzione agricola. Inoltre, un obiettivo è stato quello di promuovere pratiche rispettose dell’ambiente tra gli agricoltori coinvolti nel progetto. Quattro istituti finanziari di risparmio e di credito sono stati coinvolti nel processo.

Servizi

Analisi dei dati dei dossier degli agricoltori ricevuti durante la fase pilota; Ulteriore sviluppo e miglioramento dello strumento software (Excel); Integrazione dei Piani Strategici delle Casse Rurali di Risparmio e di Credito per il 2016-2020; Coinvolgimento di una nuova Cassa Rurale di Risparmio e di Credito; Adozione dello strumento software da parte della nuova struttura finanziaria; Lancio di prodotti finanziari; Formazione tecnica sullo strumento software per i responsabili dei prestiti; Supporto e assistenza tecnica alla gestione del portafoglio; Tavolo di discussione con gli stakeholder del settore agricolo e rurale (privato e pubblico); Organizzazione di un atelier nazionale per la discussione.

Partner locale:

  • Anacaph

Fwontyè san fòs kote – Inclusione sociale ed economica delle persone vulnerabili che lavorano nei settori dell’economia informale nelle regioni transfrontaliere di Haiti

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 4
Valore: medio

Origine del finanziamento
Commissione Europea
Paesi
Haiti
Regione
Caraibi
Data di approvazione
Marzo 2015
Data di chiusura
Febbraio 2019
Maggiori informazioni

Obiettivi

Il progetto mira a contribuire alla riduzione della povertà della popolazione che vive sul confine tra Haiti e Repubblica Dominicana, migliorando le condizioni di vita, con particolare attenzione all’inclusione economica e sociale delle persone vulnerabili che dipendono dall’economia informale nelle zone di confine di Ouanaminthe, Belladère e Malpasse.

In particolare, il progetto vuole garantire il rafforzamento organizzativo dei gruppi emarginati, la titolarità dei loro diritti, l’estensione della copertura di protezione sociale, il sostegno all’imprenditorialità e la creazione di posti di lavoro produttivi intorno ai mercati binazionali di confine Haiti – Repubblica Dominicana.

Servizi

Valutazione delle esigenze sul lato della domanda e dell’offerta di servizi finanziari nell’area frontaliera; sostegno nella progettazione della strategia globale del programma, partecipazione alle riunioni del comitato di coordinamento; erogazione di formazione sull’educazione finanziaria e sullo sviluppo di programmi e materiali, e organizzazione di attività sul campo; sostegno alle istituzioni locali sullo sviluppo di nuovi prodotti finanziari; processi di supporto finalizzati al miglioramento della partnership tra banche popolari di credito e fornitori di servizi di sviluppo delle imprese (BDS); sviluppo di indicatori e monitoraggio appropriati; preparazione di relazioni intermedie e finali delle attività.

I membri del consorzio:

  • Oxfam Italia
  • Oxfam GB, Oxfam Quebec, CMAH (Chambre de l’Artisanat et Matiers d’Haiti)
  • GARR – Groupe d’Appui aux rétournés et Repatriées
  • ASOMURE
  • CMAH – Chambre de Métiers et d’Artisanat d’Haïti
  • GARR – Groupe d’Appui aux Rapatriés et Réfugiés
  • Asociación de los Municipios de la Región Enriquillo (ASOMURE)

Sito web del progetto

http://www.fsfk.org/ 

Documenti

Edikasyon finansye

Articolo di ricerca sull’Empowerment delle donne nel dopoguerra in Colombia

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Paesi
Colombia
Regione
Sud America
Data di approvazione
2018
Maggiori informazioni

Domanda di ricerca

La microfinanza come mezzo per l’emancipazione femminile nello scenario post-conflitto colombiano: Lo sviluppo trasformazionale o uno strumento per gestire meglio la povertà?

Abstract

Le iniziative di inclusione finanziaria di genere, come la facilitazione dell’accesso alle risorse finanziarie o alle opportunità imprenditoriali, sono state recentemente promosse come strategia chiave per far progredire l’empowerment delle donne negli scenari post-conflitto, specialmente per quanto riguarda le donne rifugiate e sfollate all’interno del paese. Sulla base di una revisione della letteratura, questo documento cerca di fornire un’analisi del ruolo potenziale della microfinanza come mezzo per l’empowerment delle donne sfollate internamente. Esso sostiene che senza mettere in discussione le condizioni strutturali che creano povertà e discriminazione contro le donne, solitamente approfondite durante i processi di transizione, queste iniziative affronteranno i sintomi piuttosto che le cause sottostanti delle disuguaglianze di genere, perdendo così il loro potenziale di trasformazione e fornendo semplicemente strumenti alle donne per gestire meglio la loro povertà. Invece, il coinvolgimento di altri membri della famiglia e della comunità (uomini e bambini), il riconoscimento delle dinamiche socio-culturali in cui le donne vivono e il riconoscimento dell’agenzia delle donne possono rafforzare ogni sforzo di empowerment delle donne attraverso l’inclusione finanziaria durante la fase post-conflitto.

A seguito di questa analisi, verrà fornita una serie di raccomandazioni con l’obiettivo di promuovere cicli virtuosi di empowerment economico femminile nello scenario post-conflitto colombiano attraverso la trasformazione delle iniziative di microfinanza.

Pubblicato su Peace Human Rights Governance (PHRG)

Autori

Scaricare

Allegato I – CDU cartaceo

Rafforzamento delle capacità degli attori in materia di educazione finanziaria nell’ambito del progetto di lotta contro il lavoro domestico minorile ad Haiti

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
UNICEF
Paesi
Haiti
Regione
Caraibi
Data di approvazione
2018
Data di chiusura
2018

Medio Oriente e Nord Africa (MENA)

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

Realizzazione di uno studio a favore di cinque associazioni di microcredito marocchine per la realizzazione del progetto di lotta alla povertà nelle aree rurali marocchine attraverso il sostegno del settore del microcredito

Status: ongoing
Staff provided: 4
Value: medium

Origine del finanziamento
AICS
Paesi
Marocco
Regione
Nord Africa
Data di approvazione
Ottobre 2019
Data di chiusura
Agosto 2020
Maggiori informazioni

Obiettivi

  • Rafforzare le lezioni apprese
  • Lavorare sulle difficoltà delle cinque associazioni di microcredito;
  • Sviluppare nuove nicchie di mercato innovative per quanto
  • riguarda la microfinanza verde e le partnership strategiche.

Le nostre attività

  • Valutazione delle esigenze delle associazioni di microcredito
  • Formazione e rafforzamento istituzionale
  • Analisi del fabbisogno di microfinanza verde
  • Strategie e partnership finanziarie

Persone siriane colpite dal conflitto e vulnerabili, in particolare le donne e i giovani, hanno migliorato l’accesso all’acqua, alla resilienza e a una vita dignitosa in Siria e in Libano

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 4
Valore: medio

Origine del finanziamento
DANIDA
Paesi
Libano
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
Gennaio 2019
Data di chiusura
Febbraio 2020
Maggiori informazioni

Contesto

Questo progetto in Libano è in linea con gli obiettivi del “Lebanon Crisis Response Plan (LCRP 2017 – 2020)”, del “Syria Humanitarian Needs Overview” (HNO) e del “Humanitarian Response Plan (HRP) 2018”

Obiettivi

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  1. Migliorare l’accesso all’istruzione per la protezione e una vita dignitosa per le popolazioni colpite, soprattutto donne, giovani e piccoli agricoltori.
  2. Migliorare l’accesso alle disposizioni di WaSH (Water Sanitation and Hygiene) per le persone più vulnerabili che vivono nei campi informali (ITS) in Libano
  3. Rafforzare il ruolo della società civile nel lavoro umanitario (popolazioni colpite, attori locali, Oxfam)

Attività

  • Analisi delle abitudini e dei comportamenti finanziari del gruppo beneficiario target
  • Organizzazione della formazione dei formatori per gli operatori locali
  • Organizzazione di corsi di formazione in materia di educazione finanziaria per i beneficiari
  • Formazione e follow-up sull’utilizzo del libretto di risparmio all’interno delle famiglie
  • Sostegno alla creazione di gruppi di risparmio della comunità e di programmi di asset building
  • Fornitura di servizi di monitoraggio e assistenza per garantire la sostenibilità delle azioni realizzate

Start-up Palestina, Valutazione e sviluppo di un fondo regionale di garanzia del credito

Stato: in corso
Staff coinvolto: 3
Valore: grande

Origine del finanziamento
AICS – Cooperazione italiana
GIZ – Cooperazione tedesca
GOPA – Cooperazione tedesca
Paesi
Cisgiordania
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
Maggio 2016
Data di chiusura
2020
Maggiori informazioni

Contesto

Nell’ambito del programma “Start Up Palestine – strumenti finanziari e assistenza tecnica per promuovere l’occupazione e la generazione di reddito in Palestina”, una componente del progetto è dedicata alla creazione di un meccanismo per un sistema di garanzia del credito (Credit Guarantee Scheme), sostenuto congiuntamente da AICS e GIZ.

Obiettivi

Dopo aver realizzato lo studio di pre-fattibilità per l’allestimento del CGS, Microfinanza ha sviluppato lo studio di fattibilità e il progetto pilota del CGS.

L’obiettivo generale dell’incarico è stato quello di stabilire la struttura del CGS e di avviare le operazioni. Una volta operativo, il CGS dovrebbe essere gestito in modo trasparente ed efficiente, raggiungendo gli obiettivi prefissati in termini di accesso al credito per i settori economici e gli imprenditori che, fino ad ora, sono stati esclusi dal mercato finanziario.

Servizi

I consulenti di Microfinanza hanno svolto i seguenti servizi:

  • Pre-fattibilità: Desk review e visita preliminare sul campo, e redazione di una valutazione dei possibili schemi per almeno due diversi CGS
  • Road Map: individuazione delle fasi da attuare secondo lo schema selezionato
  • Pre-valutazione della sostenibilità economica, dell’estensione e dell’addizionalità dello schema, proposta sulla governance, sullo status giuridico, sulla struttura organizzativa, sui prodotti finanziari e sul coinvolgimento attivo degli stakeholder regionali attraverso un approccio partecipativo.
  • Business plan dello schema
  • Assistenza tecnica per l’attuazione del programma

Ricerche di mercato sulla gestione della performance sociale tra le istituzioni di microfinanza giordane e il suo impatto sui clienti

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 1
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
Unione Europea
Paesi
Giordania
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
Maggio 2019
Data di chiusura
Luglio 2019
Maggiori informazioni

Contesto

Nell’ambito delle attività condotte dalla rete Tanmeyah è stato richiesto a MFR e Microfinanza uno studio di impatto. Lo scopo di tale studio era quello di “raccogliere informazioni sugli strumenti e i sistemi che le MFI giordane utilizzano per realizzare i loro obiettivi sociali e su come questi strumenti vengano utilizzati per realizzare la loro missione sociale, nonché sull’impatto che le pratiche di performance sociale hanno avuto sui loro clienti”.

Servizi

Per la conduzione dell’incarico, il Team ha raccolto informazioni sulle pratiche e le procedure di gestione della performance sociale (SPM) seguite dalle MFI disposte ad aderire al processo e ha analizzato il legame tra le pratiche SPM in atto e il raggiungimento dell’impatto sociale. Inoltre, il Team l ha evidenziato un set di indicatori di risultato che possono essere seguiti per tracciare i cambiamenti a livello del cliente.

Il quadro di ricerca si è concentrato sulle seguenti aree chiave:

  1. Obiettivi di performance sociale delle MFI giordane,
  2. Pratiche di gestione della Performance Sociale all’interno delle MFI giordane;
  3. Come vengono trasformate le pratiche di Performance Sociale in prodotti e servizi rilevanti per i clienti;
  4. Impatto della Gestione della Performance Sociale delle MFI che aderiscono alla rete Tanmeyah sui clienti e sulle loro famiglie secondo una serie specifica di indicatori Gestione tra le istituzioni di microfinanza giordane e il suo impatto sui clienti

Valutazione finale del programma MicroMED – Sviluppo delle capacità nel settore della microfinanza in Tunisia

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 1
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
ADA – Appui au Développement Autonome
Paesi
Tunisia
Regione
Nord Africa
Data di approvazione
Luglio 2017
Data di chiusura
Novembre 2017

Protezione integrata e coordinata e risposta WASH per le popolazioni colpite dalla crisi siriana in Libano

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
ECHO – Programma dell’Unione Europea
Paesi
Libano
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
Aprile 2017
Data di chiusura
Gennaio 2018
Maggiori informazioni

Obiettivo

L’obiettivo del progetto è quello di migliorare i percorsi di indipendenza economica delle famiglie di rifugiati siriani ospitati negli insediamenti informali in tenda, migliorando la loro capacità di gestire le risorse finanziarie private.

Attività

Le attività del progetto consistono nel fornire formazione e sostegno finanziario ai rifugiati siriani, libanesi e palestinesi che vivono nella regione di Beqaa e nell’area urbana di Tripoli nel nord del Libano, e sono organizzate come segue:

  1. Interviste e focus group per identificare il livello di alfabetizzazione dei beneficiari, le abitudini e i comportamenti di gestione finanziaria, le opportunità di reddito, i bisogni e le aspirazioni finanziarie.
  2. Strumento del quaderno di risparmio e sviluppo di programmi di formazione.
  3. Sessioni di formazione sull’uso del quaderno di risparmio.
  4. Sessioni di formazione sull’educazione finanziaria in relazione ai bisogni emersi durante le fasi precedenti e sul miglioramento delle competenze.
  5. Follow up sul campo con sessioni di peer group per valutare l’impatto diretto e indiretto.

Assistenza tecnica al Ministero delle Finanze tunisiano e formulazione di un programma di supporto al settore privato nell’ambito dell’AICS 2017/2020

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
AICS
Paesi
Tunisia
Regione
Nord Africa
Data di approvazione
Maggio 2017
Data di chiusura
Settembre 2017
Maggiori informazioni

Contesto

La componente di assistenza tecnica è la prosecuzione del percorso iniziato da AICS Tunisi nel 2016, recentemente rafforzata, che sostiene costantemente le autorità tunisine nel settore dell’inclusione finanziaria, attraverso il rafforzamento del settore privato, che è uno degli obiettivi del 5° Piano annuale di sviluppo 2016-2020.

Obiettivi

La missione di assistenza tecnica è composta da due assi: i) Sostenere il Ministero delle Finanze tunisino nell’animazione di tavole rotonde sull’economia sociale e solidale (ESS), con l’obiettivo di migliorare la componente ESS della nuova strategia nazionale di inclusione finanziaria; ii) Sviluppare il nuovo programma di sviluppo del settore privato AICS 2017/2020, che copre i temi legati all’inclusione finanziaria con particolare attenzione alle piccole e medie imprese, comprese le imprese sociali.

Servizi

  • Coordinamento dei gruppi tematici dell’ESS e analisi dei dati secondari
  • Coordinamento del gruppo tematico ESS e finalizzazione del documento: intervista e raccolta dati sul campo
  • Studio di fattibilità del programma 2017/2020 e sviluppo della strategia: incontro con gli stakeholder e rendicontazione di obiettivi, risultati, attività e assegnazione dei fondi per ogni componente
  • Elaborazione di una prima versione del programma 2017/2020 ed elaborazione della proposta finale: Finalizzazione del programma di sviluppo del settore privato AICS 2017/2020 nell’ambito del programma di cooperazione Italia-Tunisia.

Start Up Palestine, veicoli finanziari e assistenza tecnica per incrementare l’occupazione e la generazione di reddito in Palestina. Definizione di un meccanismo di erogazione del Fondo di capitalizzazione

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
AICS
Paesi
Cisgiordania
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
Maggio 2015
Data di chiusura
Marzo 2017
Maggiori informazioni

Contesto

Nell’ambito del programma “Start-Up Palestine” – Veicoli Finanziari e Assistenza Tecnica (AT) per stimolare l’occupazione e la generazione di reddito in Palestina”, è stato individuato un piano di lavoro per l’anno 2016 incentrato su diverse componenti dell’AT con il cliente UCASC, il Team dell’Ufficio della Cooperazione Italiana e i fornitori italiani di AT (Cassa Padana, Banca Popolare Etica, Microfinanza e FederCasse).

Obiettivi

L’obiettivo dell’incarico, da realizzare in stretto coordinamento con l’Unione delle Cooperative di Credito e Risparmio Palestinesi e con il Ministero delle Finanze e l’Autorità Monetaria Palestinese, si è concentrato sulla realizzazione di una serie di attività finalizzate alla definizione di un meccanismo di erogazione di un fondo di capitalizzazione di EUR 3M nell’ambito del SetUp Palestine Program.

Servizi

Le componenti dell’AT sono state le seguenti: i) Progettazione della componente di progetto del fondo di capitalizzazione di EUR 3M – meccanismi di erogazione (comprese le procedure e la strategia di mitigazione del rischio), ii) Asimmetria dei dati, iii) Processo di pianificazione strategica, iv) Pianificazione aziendale.

Membri del consorzio:

  • Banca Popolare Etica
  • Cassa Padana
  • Associazione Microfinanza e Sviluppo

IESS ! Iniziative per l’occupazione nell’economia sociale e solidale in Tunisia

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
Unione Europea
Paesi
Tunisia
Regione
Nord Africa
Data di approvazione
2017
Data di chiusura
2017

Sviluppo istituzionale e delle capacità delle associazioni di microcredito per il miglioramento della microfinanza rurale in Marocco

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 8
Valore: grande

Origine del finanziamento
Ministero degli Affari Esteri – Italia
Paesi
Marocco
Regione
Nord Africa
Data di approvazione
Luglio 2014
Data di chiusura
Luglio 2016
Maggiori informazioni

Obiettivi

L’iniziativa diretta al Ministero dell’Economia e delle Finanze marocchino aveva due obiettivi specifici: i) Contribuire ad un sistema finanziario inclusivo nel fornire sostegno ai microimprenditori nelle aree rurali escluse dal sistema del credito formale, e ii) Promuovere lo sviluppo sostenibile delle Associazioni di Microcredito (AMC) attraverso l’accesso parallelo al supporto sia tecnico che finanziario. In particolare, con questo intervento Microfinanza ha mirato a consolidare e rafforzare 5 istituzioni finanziarie rurali locali (AMC) per migliorare la disponibilità di servizi finanziari nelle aree rurali AMC e la competitività delle AMC a livello nazionale. La prima fase è stata focalizzata sull’aggiornamento del piano operativo, sulla definizione dei benchmark e sull’avvio della diagnostica istituzionale.

Servizi

  • Diagnostico istituzionale: raccolta e analisi dei dati
  • Formazione e valutazione delle esigenze di assistenza tecnica
  • Definizione del sistema di monitoraggio del progetto
  • Progettazione di prodotti di microfinanza rurale
  • AT/ Formazione su: Governance, Pianificazione e gestione delle risorse umane, sistemi informatici e SIG, Pianificazione / Implementazione di una strategia per il posizionamento dell’AMC sul mercato, Miglioramento della gestione finanziaria, Gestione dei rischi e audit interno delle performance sociali, Business Planning e progettazione delle procedure, Monitoraggio e sviluppo di report trimestrali

Membri del consorzio:

  • Agriconsulting Maroc

Coordinamento dell’assistenza tecnica alle cooperative di risparmio e di credito nell’ambito del programma Start – Up Palestine – Fondo di capitalizzazione.

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
AICS
Paesi
Cisgiordania e Gaza
Regione
Medio Oriente
Data di approvazione
2016
Data di chiusura
2016

Africa Subsahariana

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

Strategia ambientale per ID Ghana

Stato: in corso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
GCAMF/AFD
Paesi
Ghana
Regione
Africa Subsahariana
Data di approvazione
Gennaio 2020
Data di chiusura
Giugno 2020

Fornitura di servizi di consulenza per la progettazione strategica di meccanismo finanziario mutualistico nello Stato di Kassala

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 1
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
UNIDO
Paesi
Sudan
Regione
Africa Subsahariana
Data di approvazione
Ottobre 2019
Data di chiusura
Novembre 2019

Valutazione della gestione del rischio di ID Ghana

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
GCAMF/AFD
Paesi
Ghana
Regione
Africa Subsahariana
Data di approvazione
Agosto 2019
Data di chiusura
Ottobre 2019

Strumento di assistenza tecnica – REGMIFA, Fondo regionale di investimento delle PMI per l’Africa subsahariana

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: grande

Origine del finanziamento
European Investment Bank, UE, AECID, OeEB, KfW
Paesi
Su diversi Paesi
Regione
Africa Subsahariana
Data di approvazione
Gennaio 2011
Data di chiusura
Giugno 2015
Maggiori informazioni

Contesto

Il fondo di investimento Regional Micro, Small and Medium Enterprises (MSME) per l’Africa sub-sahariana (REGMIFA) è un fondo di investimento specializzato di 200 milioni di euro con l’obiettivo di migliorare le esigenze di medio e lungo termine degli intermediari finanziari locali, fornendo fondi alle Micro, Piccole e Medie Imprese. Parallelamente al Fondo è presente una componente di assistenza tecnica (TA Facility) incentrata sulla fornitura di servizi di assistenza tecnica alle istituzioni finanziarie finanziate dal Fondo.

Obiettivi

La componente di assistenza tecnica collegata al Fondo dal 2011 al 2015 ha sviluppato, approvato e sostenuto progetti di assistenza tecnica e formazione per istituzioni di microfinanza in 18 Paesi dell’Africa subsahariana.

Servizi

La componente di Assistenza Tecnica è gestita da un team composto da un Project Manager di TA (Symbiotics SA), un esperto di TA sul campo, un analista di TA e un esperto di backstopping (Microfinanza).

I servizi forniti sono i seguenti: (i) Valutazione delle esigenze dell’AT e sviluppo dei termini di riferimento; (ii) Processo di redazione dei termini di riferimento; (iii) Valutazione e monitoraggio delle proposte; (iv) Gestione di una banca dati di esperti (individuali e aziendali); (V) Selezione dei consulenti sulla base di un manuale di procedure; (vi) Gestione delle procedure di selezione e valutazione delle offerte tecniche e finanziarie; (vii) Gestione del processo di AT e valutazione dei consulenti; (viii) Monitoraggio della componente AT; (ix) Follow-up dei progetti di AT; (X) Reporting.

Risultati

Gli 84 progetti di assistenza tecnica approvati in 18 Paesi hanno sostenuto 40 istituzioni finanziarie con un forte focus su: Sistema informativo e gestionale, processi di trasformazione, mobilitazione del risparmio, risorse umane, studi di marketing e di mercato, nuovi prodotti finanziari, performance sociale, sviluppo di prodotti non finanziari, gestione del rischio, governance, sviluppo di business plan, gestione della clientela, studi di valutazione e di impatto, controllo interno, portafoglio prestiti e prodotti creditizi, educazione finanziaria.

Membri del consorzio:

  • Symbiotics SA (Leader)

Asia

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

Valutazione d’impatto in Afghansitan – MISFA

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 4
Valore: grande

Origine del finanziamento
MISFA
Paesi
Afghanistan
Regione
Asia
Data di approvazione
Agosto 2018
Data di chiusura
Marzo 2019
Maggiori informazioni

Obiettivi

Sulla base della richiesta di MISFA, l’obiettivo dello studio è di determinare l’impatto degli interventi di microfinanza sulle famiglie dei clienti in Afghanistan. Dal 2007, quando è stato condotto un precedente studio di impatto, il contesto sociale ed economico è cambiato drasticamente e l’obiettivo è quello di rispondere ad alcune domande di ricerca formulate dal MISFA e di comprendere meglio il profilo dei clienti, l’impatto dei servizi di microfinanza sulle attività dei clienti e sulle strategie di gestione del rischio, la qualità del servizio offerto così come il ruolo della microfinanza nella creazione di un settore finanziario inclusivo. Data la peculiarità dell’Afghanistan, si analizzerà anche l’impatto dell’ambiente economico, sociale e di sicurezza.

Servizi

L’incarico ha riguardato diverse aree, come segue:

  • Desk review e progettazione di strumenti (questionario, schede tecniche, linee guida per la discussione del focus group)
  • Organizzazione di sessioni di formazione per gli enumeratori dei sondaggi
  • Interviste a >1540 clienti in 5 Province
  • Analisi dei dati
  • Relazione e presentazione finale dell’indagine

Risultati

Studio d’impatto

Membri del Consorzio

  • Tadbeer

Documenti

Sintesi della nostra ricerca

Indagine Progress out of Poverty Index (PPI)

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 4
Valore: grande

Origine del finanziamento
MISFA
Paesi
Afghanistan
Regione
Asia
Data di approvazione
Dicembre 2017
Data di chiusura
Maggio 2018
Maggiori informazioni

Obiettivi

L’indagine è stata realizzata nell’ambito del Microfinance Investment Support Facility for Afghanistan (MISFA) che mira a misurare regolarmente il livello di povertà del settore della microfinanza utilizzando il Progress out of Poverty Index (PPI)

Servizi

La missione ha riguardato diversi livelli di analisi, come segue:

  • Desk review e progettazione degli strumenti
  • Organizzazione di sessioni di formazione sugli strumenti e sul sistema di reporting per il personale locale e workshop sulla metodologia PPI
  • Formazioni dei formatori su come effettuare l’indagine PPI
  • Sessione di formazione su come incorporare il PPI. Sondaggio nel sistema
  • Relazione e presentazione finale dell’indagine

Membri del Consorzio

  • Timpoc
  • Ghani

Valutazione del programma IFC Vietnam Microfinance

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 2
Valore: piccolo

Origine del finanziamento
IFC
Paesi
Vietnam
Regione
Asia
Data di approvazione
Luglio 2017
Data di chiusura
Novembre 2017

Valutazione intermedia del programma “Making Access to Finance more Inclusive for Poor People”

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 5
Valore: medio

Origine del finanziamento
UNCDF
Paesi
Laos
Regione
Asia
Data di approvazione
2016
Data di chiusura
2016

Su diversi Paesi

Progetto / Incarico

Committente

Area

Lunghezza

SDG

Mobilitare la diaspora marocchina e senegalese residente in Italia per sostenere lo sviluppo rurale e l’occupazione giovanile in Senegal e in Marocco

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
IFAD
Paesi
Italia, Senegal, Marocco
Regione
Europa, Africa Nord, Africa Subsahariana
Data di approvazione
2017
Data di chiusura
Settembre 2018

Studio del finanziamento sostenuto da Silatech per le microimprese

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 5
Valore: grande

Origine del finanziamento
Silatech
Paesi
Marocco, Sudan, Tunisia
Regione
Africa Nord, Africa Subsahariana
Data di approvazione
Dicembre 2017
Data di chiusura
Febbraio 2019
Maggiori informazioni

Obiettivi

La missione mira a valutare l’efficacia delle attività di microfinanza di Silatech, in che misura i microprestiti sono stati utilizzati per lo scopo previsto e il loro contributo allo sviluppo delle attività imprenditoriali, il miglioramento dei mezzi di sussistenza e dei risultati occupazionali per i giovani clienti e le loro famiglie in tre paesi target (Marocco, Tunisia e Sudan).

Servizi

L’incarico ha riguardato diversi livelli di analisi, come segue:

  • Valutare il portafoglio prestiti ai giovani (performance, processo e prodotti dei fornitori di servizi finanziari (FSF));
  • Misurare le caratteristiche socio-economiche dei giovani che sono stati serviti da FSF, e monitorare l’uso dei prestiti;
  • Misurare quali sono i principali fattori determinanti per lo sviluppo dell’attività imprenditoriale, il benessere e il miglioramento della comunità.

La metodologia di ricerca proposta comprende un approccio multidimensionale che include un mix di metodi quantitativi (statistici ed econometrici) e qualitativi/descrittivi basati su fonti di informazione primarie (interviste ai clienti e al personale di FSF, estrapolazione diretta dei dati dai sistemi informativi gestionali dei FSF [MIS]) e fonti secondarie (rassegna documentaria desk ).

Risultati

Indagine di base in tre paesi target e creazione di un sistema di monitoraggio dei risultati sull’occupazione giovanile e sulla creazione di posti di lavoro.

Valutazione del mercato per l’inclusione finanziaria dei rifugiati in Uganda e Giordania

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 3
Valore: medio

Origine del finanziamento
Grameen Crédit Agricole Microfinance Foundation (GCAMF)
Paesi
Giordania, Uganda
Regione
Africa Subsahariana, Medio Oriente
Data di approvazione
Gennaio 2018
Data di chiusura
Giugno 2018
Maggiori informazioni

Contesto

Grameen Credit Agricole Foundation, in collaborazione con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l’Agenzia svedese per lo sviluppo (SIDA), ha incaricato Microfinanza di effettuare una valutazione sui bisogni finanziari dei rifugiati e sulle ragioni economiche per disservirli in Uganda e in Giordania. I consulenti hanno effettuato un’analisi approfondita della domanda di prodotti e servizi finanziari e non finanziari tra i rifugiati e le comunità che li ospitano nei distretti del Nilo occidentale e del Sud Ovest dell’Uganda, così come nei campi e nelle aree urbane della Giordania.

Obiettivi

L’obiettivo dello studio è quello di acquisire una solida comprensione delle esigenze finanziarie non soddisfatte di questo mercato e delle opportunità per i fornitori di servizi finanziari (FSF) di servire i rifugiati in modo redditizio.

Servizi

i) Sviluppare uno studio di mercato sulla domanda di prodotti e servizi finanziari e non finanziari tra i rifugiati in Giordania e Uganda, ii) Sviluppare rapporti strategici riservati alle 3 MFI coinvolte nel programma che servono con i loro servizi la clientela dei rifugiati.

Risultati:

  • Studio di mercato: segmentazione del mercato, valutazione della domanda, aree potenziali per future attività per i rifugiati, analisi dell’accessibilità economica e della solvibilità del cliente, sfide e barriere nell’accesso alle opportunità di lavoro autonomo, test di prototipi di prodotti, analisi dei conflitti e valutazioni dei rischi esterni che potrebbero rappresentare un ostacolo alla riuscita dell’intervento;
  • Raccomandazioni strategiche a donatori, agenzie e altre infrastrutture di mercato su come impostare una strategia efficace in risposta alla sfida dell’inclusione finanziaria dei rifugiati in Giordania e Uganda;
  • Relazioni strategiche riservate a 3 istituti di microfinanza selezionati (1 Giordania, 2 in Uganda) per supportarli nella progettazione di prodotti di credito e altri servizi finanziari e non finanziari, che possano supportare le attività commerciali e le esigenze di consumo del mercato target.

Documenti

GCAF Refugee market assessment Jordan EXECUTIVE SUMMARY
GCAF Refugee market assessment Jordan FINAL REPORT
GCAF Refugee market assessment Uganda EXECUTIVE SUMMARY
GCAF Refugee market assessment Uganda FINAL REPORT

Valutazione intermedia del programma CleanStart del UNCDF

Stato: chiuso
Staff coinvolto: 6
Valore: medio

Origine del finanziamento
UNCDF
Paesi
Uganda, Cambogia, Nepal, Myanmar, Etiopia
Regione
Africa Subsahariana, Asia
Data di approvazione
Dicembre 2016
Data di chiusura
Maggio 2017
Maggiori informazioni

Contesto

CleanStart, un programma pluriennale di UNCDF (2012-2020), mira ad aumentare l’accesso sostenibile all’energia pulita e a prezzi accessibili per oltre 2,5 milioni di persone (famiglie a basso reddito e microimprenditori) attraverso la finanza inclusiva.

Obiettivi

Gli obiettivi generali della valutazione intermedia indipendente sono: i) consentire a UNCDF e ai partner finanziatori di raggiungere i loro obiettivi di accountability e di apprendimento; ii) Garantire che la valutazione possa sostenere i tentativi in corso da parte del programma e dei suoi finanziatori di cogliere le buone pratiche e gli insegnamenti tratti finora in un settore ancora relativamente nuovo e innovativo; iii) Guidare e informare i prossimi anni di CleanStart e la prossima fase del programma.

Servizi

Desk review, perfezionamento della metodologia di valutazione e preparazione del toolkit di raccolta (e analisi) dei dati, redazione del rapporto iniziale e convalida del toolkit di raccolta (e analisi) dei dati, interviste con gli stakeholder (a livello globale, macro, meso e di mercato), visite ai fornitori di servizi finanziari (a livello micro e cliente), preparazione di una breve presentazione dei risultati preliminari della visita sul campo, analisi dei dati e fase di reporting, preparazione della presentazione del debriefing, preparazione del rapporto finale di valutazione, preparazione della presentazione della disseminazione.

Membri del consorzio:

  • MicrofinanzaRating Srl